ADBLUE

In viaggio

Ad Blue

 

AdBlue è indispensabile per quasi tutti i mezzi di trasporto pesanti a diesel (autocarri, autobus e pullman) acquistati dopo l’entrata in vigore della normativa Euro IV a ottobre del 2006.

Per conformarsi ai limiti di emissioni Euro IV (ottobre 2006) ed Euro V (ottobre 2009), tutte le maggiori case costruttrici di autocarri hanno fatto ricorso alla tecnologia SCR che utilizza AdBlue. AdBlue è essenziale per i motori basati sulla tecnologia SCR: quando il serbatoio AdBlue si svuota, il sistema OBD (diagnostica a bordo) limita le prestazioni del motore.

Tale protezione elettronica assicura che le emissioni degli ossidi di azoto (NOx) del veicolo restino entro i limiti legali.

Cos’è AdBlue?

AdBlue è una soluzione di urea al 32,5% in acqua deionizzata, necessaria alla maggior parte degli autocarri, autobus e pullman circolanti in Europa.
Negli ultimi due anni sono stati commercializzati anche alcuni mezzi leggeri che richiedono AdBlue (Mercedes, Audi, Mazda, VW, ecc.).
AdBlue è un prodotto insostituibile per tutti i veicoli a tecnologia SCR (Riduzione Catalitica Selettiva), una tecnologia di riduzione delle emissioni tossiche e in particolar modo dei NOx.
AdBlue non è né un carburante né un additivo, e non è nemmeno mescolato al diesel bensì viene iniettato nel sistema di scarico del motore per produrre una reazione chimica. Si tratta di un liquido atossico e trasparente, di facile utilizzo e innocuo per l’ambiente.    
AdBlue è prodotto in conformità a severe procedure industriali per soddisfare i requisiti sia della norma DIN 70070 che della norma ISO 22241.
 

Cos'è la SCR?

La SCR, o Riduzione Catalitica Selettiva, è una tecnologia di riduzione degli ossidi di azoto (NOx) nei gas di scarico ed è funzionale a soddisfare i requisiti posti dalle normative Euro IV e V.
I sistemi SCR usano AdBlue e un catalizzatore installato nella marmitta dei veicoli per ridurre i NOx in vapore acqueo e azoto atmosferico. Tale reazione avviene a valle della combustione, nel sistema di scarico. Pur senza intaccare in alcun modo le prestazioni del motore, le emissioni di NOx sono ridotte generalmente dell’80%. Impostando il motore al massimo dell’efficienza si ottiene inoltre un risparmio di carburante del 3-5%.

Cosa sono i limiti Euro IV, V e VI?

Euro 4/5 emissioni per legge (g/kWh) Euro 4 Euro 5
Ossido di azoto 3.50 2.00
Monossido di carbonio 1.50 1.50
Idrocarburi 0.46 0.46
Particolato 0.02 0.02

La Commissione Europea ha fissato dei limiti per gli inquinanti derivanti dagli automezzi attraverso le normative Euro IV e V. Tale legislazione è vincolante e riguarda tutti i veicoli di peso superiore a 3,5 t immatricolati nell’Unione Europea dopo la data di attuazione della stessa.

 

Euro IV: entrata in vigore a ottobre 2006

Euro V: entrata in vigore a ottobre 2009

Euro VI: dovrebbe entrare in vigore entro il 2014

Qualità garantita

La purezza di AdBlue è fondamentale e può essere garantita solo dal pieno controllo di tutta la catena di fornitura, dalla produzione allo stoccaggio. I catalizzatori SCR risultano essere estremamente sensibili alle sostanze estranee. Pertanto l’uso di AdBlue contaminato può determinare danni irreversibili e conseguenti costi elevati per la sostituzione del catalizzatore. Inoltre, eventuali danni derivanti dalla manipolazione impropria dell’AdBlue potrebbero far decadere la garanzia fornita dai costruttori automobilistici. Con l’acquisto di AdBlue in taniche o direttamente alla pompa delle stazioni di servizio Agip ti metti decisamente al riparo da brutte sorprese.  
 

Dove posso rifornirmi di AdBlue?

I possessori di multicard possono trovare AdBlue® in taniche da 10 litri presso moltissime stazioni di servizio in Europa, mentre è in costante crescita il numero delle stazioni attrezzate per la distribuzione direttamente alla pompa.